Ammortizzatori e sospensioni
Batteria
Filtri
Tergicristalli
Freni
Pneumatici
Lampadine
Illuminazione
Carrozzeria
Climatizzatore
Radiatore e sistema termico
Specchi retrovisori
Distribuzione
Candele e candelette
Frizione

Cosa è

shock-absorber-suspension-whatitis_image

Il sistema di sospensione del veicolo è una struttura complessa che comprende diversi componenti:

  • ammortizzatori
  • molle
  • bracci oscillanti
  • cuscinetti ruota
  • giunti omocinetici
  • pneumatici

Gli ammortizzatori devono lavorare in modo controllato e armonico, per fornire il massimo livello di comfort e la maggior sicurezza di guida possibile.​

Tra i tanti sistemi sviluppati dalle aziende per rendere più sicura la guida, esiste anche l’ESC (Electronic Stability Control), il sistema di controllo elettronico della stabilità.

Quando il sistema percepisce che la vettura sta sbandando, quando il rollio o l’inclinazione della vettura sono troppo marcati, oppure quando le gomme iniziano a perdere presa, l’ESC riduce istantaneamente la velocità del motore, attivando uno dei freni individuali collegati alle ruote con l’intensità necessaria a mantenere il controllo del veicolo.

Contatta un concessionario per:
Appuntamento Preventivo Info

AmmortizzatoriScopri

MolleScopri

Bracci oscillantiScopri

Cuscinetto ruotaScopri

Giunto omocineticoScopri

Lo sai che?

Usura lenta e progressiva
 

Usura lenta e progressiva<br /> 

L’usura degli ammortizzatori è lenta e progressiva e influisce su molti componenti del sistema di sospensione come pneumatici, molle di sospensione e altri elementi meccanici. Di norma si tende a compensare la perdita di efficacia degli ammortizzatori adeguando lo stile di guida, il più delle volte senza accorgersene, ma quando si parla di sicurezza attiva, la manutenzione della vettura è particolarmente importante. Tuttavia si stima che oltre il 50% delle automobili circoli con ammortizzatori scarichi o danneggiati. Attenzione: ammortizzatori usurati riducono la stabilità di marcia, la tenuta in curva e provocano un allungamento degli spazi di frenata. La distanza di arresto aumenta anche di 2 o 3 mt viaggiando a 80km/h quando gli ammortizzatori non sono in stato di efficienza.​

Ammortizzatori e molle: un connubio perfetto

Ammortizzatori e molle: un connubio perfetto

Gli ammortizzatori e le molle lavorano insieme per mantenere il pneumatico acontatto con la strada. Se le molle sono eccessivamente usurate, possono cedere, generando sollecitazioni supplementari sugli ammortizzatori. Per mantenere un contatto costante con la strada, gli ammortizzatori e le molle dovrebbero essere sostituiti contemporaneamente, sempre in coppia per assale. Chiedete consiglio all’Officina Autorizzata Fiat Professional di vostra fiducia: saprà suggerirvi la soluzione riparativa migliore per le vostre esigenze.​

Un po' di storia
 

Un po' di storia <br /> 

«Le scienze meccaniche sono le più nobili e le più utili fra tutte perché, grazie a loro, tutti i corpi animati eseguono l'operazione per la quale sono stati concepiti», Leonardo da Vinci.

Nel XV° secolo, durante i suoi studi riguardanti l'attrito, Leonardo da Vinci scoprì il principio del cuscinetto a sfera. Intuì che l’attrito sarebbe stato inferiore se le sfere non si fossero toccate fra loro; mise quindi a punto dei separatori, ossia le gabbie di contenimento di oggi, che consentivano alle sfere di muoversi liberamente.

Ma bisogna attendere fino alla Rivoluzione Industriale per vedere l’applicazione del cuscinetto nei progressi tecnici e nello sviluppo dell’industria. Il primo brevetto di cuscinetto a sfera fu proposto nel 1794.

I consigli di Fiat Professional

Gli ammortizzatori influiscono direttamente su:

  • il comfort di guida;
  • la tenuta di strada, specialmente in curva;
  • gli spazi di frenata;
  • l’usura dei pneumatici.

Per prolungare la vita degli ammortizzatori, si consiglia di:

  • farli controllare a ogni tagliando;
  • sostituirli sempre in coppia, destro e sinistro:
  • sostituire anche i tamponi di fine corsa e le cuffie parapolvere.

Gli ammortizzatori andrebbero sostituiti mediamente ogni 80.000 Km. Tuttavia, a seconda del tipo e dello stile di guida, l’usura può cambiare.

shock-absorber-suspension-advices_image

Per una manutenzione completa, Mopar® Vehicle Protection offre formule personalizzate che permettono di sostituire le parti maggiormente soggette a usura ed effettuare i tagliandi di manutenzione programmata.
I piani di manutenzione Mopar® Vehicle Protection vi proteggono dai costi imprevisti di manutenzione e dai possibili aumenti di prezzo, poiché ogni piano prevede uno sconto fisso nel tempo sui ricambi originali utilizzati.

Autodiagnosi

Per capire se gli ammortizzatori sono da sostituire, fate attenzione ad alcuni comportamenti anomali dei veicolo:

  • spazi di frenata più lunghi;
  • ridotta efficienza di ABS ed ESP;
  • minore aderenza e tendenza a sbandare in curva;
  • poca aderenza con raffiche di vento laterale e su fondo stradale bagnato;
  • aquaplaning anche a basse velocità;
  • eccessivi sobbalzi e rumorosità in marcia o in manovra di sterzo;
  • eccessivo gioco del volante;
  • oscillazioni anomale in fase di frenata o accelerazione;
  • usura anomala dei pneumatici (irregolare o troppo rapida).

Quando occorre cambiare i bracci oscillanti?

  • quando si sentono rumori metallici al passaggio di ostacoli;
  • quando c’è gioco nell’asse posteriore;
  • quando le parti in gomma sono deteriorate.
Quando noti una di queste anomalie, prenota subito il tuo controllo presso la Rete di Assistenza Fiat Professional.​